Aldo Capasso, bassista e contrabbassista napoletano classe 1993.
Inizia lo studio del basso elettrico all’età di 12 anni con il maestro Davide Costagliola, e da subito rivolge le proprie attenzioni alla musica jazz, seguendo i corsi di musica d’insieme del maestro Sergio di Natale.
All’età di 17 anni intraprende lo studio del contrabbasso e prosegue gli studi di strumento ed improvvisazione con il maestro Gianluigi Goglia.

Si esibisce nei principali club napoletani ed italiani con formazioni proprie ed accompagnando musicisti di fama nazionale.
Partecipa a festival di rilievo quali: Umbria Jazz, Jazzit Fest, Piacenza Jazz Fest, Tuscia in Jazz, Pomigliano jazz, Agorà Jazz Festival, Janula Jazz Festival, Festival dei Conservatori italiani, Rassegna Noteverde, Pozzuoli jazz, International Jazz Day 2017, Ispani Jazz festival e altri.

Nel 2014 vince il primo premio con il “Cesi-Marciano Ensemble” al Concorso Internazionale di Esecuzione musicale di Airola.
Nello stesso anno vince la prima edizione del premio “Giovani in jazz” in occasione del Janula Jazz Festival.
Nel 2015 viene selezionato per il progetto europeo Giosi Jazz.It con il quale si esibirà per la Fondazione Siena Jazz.
Nello stesso anno suona nell’orchestra costituita dal Teatro di San Carlo di Napoli per il musical “Change”.
Nel 2018 vince con la formazione: “Ergio valente Trio” il premio del pubblico al concorso nazionale Chicco Bettinardi, lo “Special prize” al Bucarest International Jazz Competition, il Conad Jazz Contest e il primo posto al Premio internazionale Fara Music Jazz Live.
Nel 2019 vince il concorso di composizione e arrangiamento indetto dall’associazione “I Senzatempo” e riceve una borsa di studio per la partecipazione ai seminari di Siena Jazz.

Nel 2017 si laurea con il massimo dei voti al primo livello di Basso Elettrico al conservatorio San Pietro a Majella di Napoli.
Nel 2019 si laurea con il massimo dei voti al secondo livello di musica jazz al conservatorio San Pietro a Majella di Napoli.